La malattia di Parkinson

malattia di parkinson

La malattia di Parkinson è una malattia neurodegenerativa che coinvolge alcune strutture cerebrali deputate al controllo dei movimenti (sostanza nera, gangli della base). Si ha in particolare un precoce invecchiamento dei neuroni che producono Dopamina.

Si stima che in Italia vi siano circa 230000 persone affette da questa patologia, di cui circa il 5% con età inferiore ai 50 aa mentre il 70% ha un’età superiore ai 65 aa. L’età di esordio dei sintomi è tipicamente intorno ai 60 aa.

I sintomi principali sono bradicinesia, cioè lentezza nei movimenti, rigidità e tremore a riposo. Si associano inoltre disturbi della marcia (a piccoli passi, “piedi incollati al pavimento”), alterazioni posturali (flessione in avanti o laterale del busto), inespressività del viso, alterazioni della voce (più bassa) e della grafia (più piccola e lenta).

Oramai è ben noto che oltre ai sintomi motori si affiancano i cosiddetti sintomi non motori della malattia di Parkinson, che includono alterazioni della pressione arteriosa, stitichezza e nausea, eccessiva salivazione, allucinazioni, depressione, alterazioni del gusto e dell’olfatto, formicolii o dolori non spiegati da altri fattori, incontinenza urinaria, disturbi di memoria.

Si deve tener ben presente però che, proprio per la grande varietà di sintomi descritta, ogni paziente presenta una forma di malattia diversa, con un’evoluzione propria, difficilmente prevedibile al momento della diagnosi.

 

malattia di parkinson

 

La diagnosi e la visita neurologica

La diagnosi si basa essenzialmente sulla visita neurologica, che andrà a ricercare i segni caratteristici della malattia. Di supporto possono essere esami del sangue e TC o RM del cervello, per escludere altre patologie che potrebbero mimare i sintomi di una malattia di Parkinson in fase iniziale. In casi dubbi si può eseguire un esame scintigrafico, il DaTscan, che quantifica i neuroni dopaminergici nei gangli della base. Ulteriore criterio di supporto alla diagnosi è la risposta alla terapia dopaminergica.

La terapia del Parkinson prevede farmaci che portano a un aumento della dopamina disponibile per i gangli della base. Esistono farmaci che aiutano a risparmiare la dopamina prodotta dall’organismo, come gli inibitori MAO-B, enzimi che degradano la dopamina (Selegilina, Rasagilina, Safinamide), farmaci che agiscono sui recettori della dopamina potenziandone la risposta, i dopaminoagonisti (Pramipexolo, Ropinirolo, Rotigotina) e la Levo-Dopa, un precursore della dopamina che verrà poi convertita a livello cerebrale (LevoDopa/Benserazide, LevoDopa/Carbidopa, Melevodopa/Carbidopa, Levodopa/Carbidopa/Entacapone). Inoltre diversi altri farmaci sono utilizzati a seconda della presentazione clinica di ogni caso.

Inoltre sono disponibili le cosiddette “terapie della fase avanzata”, terapie indicate quando il controllo dei sintomi non è più soddisfacente con le terapie classiche; esse consistono in infusori sottocutanei di dopaminoagonista (apomorfina), infusori digiunali di levodopa gel e stimolazione cerebrale profonda, che prevede un intervento neurochirurgico con il posizionamento di elettrodi stimolanti alcune regioni specifiche del cervello. Il ricorso a tali terapie è riservato a una quota selezionata di pazienti, dopo attenta valutazione.

Infine si deve tener presente l’importanza della ricerca e la grande quantità di farmaci in sperimentazione, che comprendono sia nuove molecole che dovrebbero rendere più facile la gestione della terapia convenzionale, sia terapie che mirano al rallentamento o arresto della degenerazione cerebrale, come i “vaccini” e le cellule staminali.

Affianco alla terapia farmacologica è importante ricordare l’importanza della terapia fisica (fisiokinesiterapia, attività fisica controllata) e del supporto psicologico.

 

Dr.ssa Giulia Di Lazzaro
Neurologa

Informativa Vaccinazione Covid-19 nei Malati di Parkinson

Informativa su Vaccinazione contro il COVID-19 nei soggetti affetti da Malattia di Parkinson

 

Gli enti regolatori nazionali ed internazionali hanno autorizzato la somministrazione dei vaccini BioNTech/Pfizer e Moderna per la prevenzione della malattia da coronavirus 2019 (COVID-19).

Tali vaccini hanno dimostrato un’alta efficacia nel prevenire forme severe e moderate di COVID-19, indipendentemente da sesso, età, etnicità e presenza di patologie. I principali effetti avversi sono stati dei fenomeni trascurabili di dolore/irritazione nel sito di iniezione, mal di testa, febbricola; reazioni più importanti sono state invece osservate più raramente.

(Una sintesi è disponibile sul sito AIFA: https://www.aifa.gov.it/documents/20142/1296643/caratteristiche_vaccini_mRNA_Pfizer-Moderna.pdf/a7c8b340-4a98-ddaa-3eff-10bfecbd5358).

Circa la vaccinazione di soggetti affetti da Malattia di Parkinson, al momento attuale, è possibile affermare:

1. Il processo di immunizzazione innescato dal vaccino non è correlato con i meccanismi fisiopatologici della Malattia di Parkinson;
2. Nel corso delle sperimentazioni necessarie all’approvazione dei vaccini, i soggetti vaccinati affetti da Malattia di Parkinson si sono comportati come la popolazione generale;
3. Per analogia con altre vaccinazioni, il processo di immunizzazione non interferisce con la terapia sintomatica della Malattia di Parkinson;
4. Considerato che i soggetti affetti da Malattia di Parkinson, per ragioni legate all’età, residenza in strutture sanitarie, fragilità, riceveranno il vaccino precocemente, a breve saranno disponibili dati più significativi.

Sulla base di queste premesse, la comunità scientifica – ed in particolare l’ “International Parkinson and Movement DisorderSociety (MDS)“ – raccomanda la somministrazione dei vaccini contro il COVID-19 nei soggetti affetti da Malattia di Parkinson(salvo in presenza di condizioni che ne precludano l’uso), poiché non vi è un differente rapporto rischi/benefici rispetto alla popolazione generale e poiché è importante proteggersi dal COVID-19.

Riferimenti MDS : https://www.movementdisorders.org/COVID-19-Pandemic-MDS/MDS-COVID-19-Vaccine-Statement-for-Patients.htm

Fonti bibliografiche:

Polack FP, Thomas SJ, Kitchin N, Absalon J, Gurtman A, Lockhart S, Perez JL, Pérez Marc G, Moreira ED, Zerbini C, Bailey R, Swanson KA, Roychoudhury S, Koury K, Li P, KalinaWV, Cooper D, Frenck RW Jr, Hammitt LL, Türeci Ö, Nell H, Schaefer A, Ünal S, Tresnan DB, Mather S, Dormitzer PR, ŞahinU, Jansen KU, Gruber WC; C4591001 Clinical Trial Group. Safety and Efficacy of the BNT162b2 mRNA Covid-19 Vaccine. N Engl J Med. 2020 Dec 10. doi: 10.1056/NEJMoa2034577. Online ahead of print.PMID: 33301246

 

Jackson LA, Anderson EJ, Rouphael NG, Roberts PC, MakheneM, Coler RN, McCullough MP, Chappell JD, Denison MR, Stevens LJ, Pruijssers AJ, McDermott A, Flach B, Doria-Rose NA, Corbett KS, Morabito KM, O’Dell S, Schmidt SD, Swanson PA 2nd, Padilla M, Mascola JR, Neuzil KM, Bennett H, Sun W, Peters E, Makowski M, Albert J, Cross K, Buchanan W, Pikaart-Tautges R, Ledgerwood JE, Graham BS, Beigel JH; mRNA-1273 Study Group. An mRNA Vaccine against SARS-CoV-2 – Preliminary Report. N Engl J Med. 2020 Nov 12;383(20):1920-1931. doi: 10.1056/NEJMoa2022483. Epub 2020 Jul 14.PMID: 32663912

Dr Tommaso Schirinzi,

Unità di Neurologia – Centro Parkinson, Fondazione PTV –Policlinico Universitario Tor Vergata Roma.

, ,

RETE DBS LAZIO

Presentazione della Rete DBS della Regione Lazio ai Pazienti con Malattia di Parkinson
La malattia di Parkinson è un disordine neurologico che prevede ad un certo punto l’utilizzo di terapie avanzate. La stimolazione cerebrale profonda (DBS) è una di queste. La DBS prevede il coinvolgimento di numerose figure professionali legate alla cura del paziente con malattia di Parkinson. Da qui nasce la necessità di creare una Rete DBS che unisca neurologi, neurochirurghi, neuropsicologi, neuropsichiatri, psicoterapeuti, neuroriabilitatori, neuroradiologi allo scopo seguire al meglio tutte le fasi di questa procedura. Abbiamo ben chiaro che la DBS non si limita al solo intervento chirurgico, e che, la sua riuscita si fonda sulla stretta collaborazione tra tutte le figure professionali coinvolte.
Ci presentiamo nel web rispondendo alle domande che le persone con malattia di Parkinson sono solite fare. Crediamo, infatti, che attraverso le nostre risposte, i pazienti possano fugare i dubbi e perplessità e qualora fosse necessario arrivare alla procedura più preparati e consapevoli.
Questo con i pazienti è il primo di tre incontri che vedranno protagonisti i neurologi ed i medici di medicina di generale
L’Incontro avverrà sul WEB con questi link:
LINK DIRETTO (senza necessità di alcuna iscrizione online)
FACEBOOK
CANALE YOUTUBE
L’evento si svolgerà il 16 Dicembre 2020 dalle 17:oo alle 19:00

YOGA DELLA RISATA

Arianna Albertini , insegnante di Riso Terapia, attraverso lo yoga della risata , mette a nostra disposizione la sua  esperienza decennale a titolo gratuito per 5 sessioni

Gli incontri si terranno in via Vincenzo Monti 5 Roma (zona Trastevere) dalle ore 10.30 all2 12.00 per 5 martedì con inizio 29 Settembre.

Inclusa nella sessioni anche riflessologia plantare a cura della dr.ssa Alessandra Tosoni.

Consigliamo abbigliamento comodo e se possibile portare con sé tappetino ed asciugamano.

MOLTO BENE MOLTO BENE YEAH

,

KickFightingParkinson

Roma 27 Settembre 2020

Ringraziamo Alessio Greco, lo Staff Urban Land per la sensibilità che ci dimostrano da sempre e il Presidente ETF Maestro Umberto Lucci che ci ha ospitato nello spazio dedicato agli sport da combattimento. Un ringraziamento speciale a Cecco e Doodroo per averci  donato la loro arte .

Ci preme sottolineare come le arti marziali e gli sport di contatto si basino sul rispetto delle regole e dell’avversario e che nulla hanno a che fare con gli atti di violenza che si consumano nelle nostre città, che sono invece imputabili a delinquenti.

Premessa doverosa, detto ciò…

Metti insieme un  DTN Fikbms di kick boxing, una giovane atleta della Nazionale Italiana , tre giovani sportivi malati di Parkinson, guantoni , un ring, una folla incredula e …

Signori e Signore vi presentiamo il corso di Kick Fighting Parkinson.

Il corso nasce nella palestra PKT di Genzano dall’incontro del Maestro Topa con Massimo Ciceri su  Roma e dall’incontro del Maestro Elio Pinto con Graziano Rocchetti a Bergamo.

Tra gli obiettivi principali che il corso si prefigge c’è il miglioramento della socializzazione, dello stato emotivo, della coordinazione e dell’equilibrio.

Combattiamo con il sorriso è il nostro motto!!!

Noi siamo sempre di più, passaci a trovare il Sabato presso PKT , via Mario Colacchi , Genzano (RM)

, , ,

Prof. Antonio Pisani al Mondino

E’ un grande onore per tutta la famiglia PGR Onlus avere l’ Illustre Prof. Antonio Pisani alla Presidenza del proprio Comitato Scientifico .

Cogliamo l’occasione per porgere  i nostri migliori auguri per lo svolgimento del nuovo prestigioso incarico.

“Il Prof. Pisani è uno dei massimi esperti italiani ed europei dei cosiddetti “disordini del movimento”, che includono patologie come la malattia di Parkinson, la corea di Huntington e le distonie, alle quali ha dedicato anni di ricerche per comprenderne i meccanismi e disegnare potenziali terapie.

Gli studi condotti dal Prof. Pisani gli sono valsi importanti riconoscimenti, con la partecipazione a comitati scientifici internazionali e l’assegnazione di premi prestigiosi come lo “Stanley Fahn Award” dalla Dystonia Medical Research Foundation nel 2011 e più recentemente il “Bachmann-Strauss Prize for Excellence in Dystonia Research” della Michael J. Fox Foundation, che nel 2019 il Prof. Pisani ha ricevuto direttamente dalle mani del noto attore e filantropo americano. Antonio Pisani fa parte del comitato editoriale di diverse riviste scientifiche ed è complessivamente autore di circa 300 lavori pubblicati su riviste internazionali ad elevato fattore di impatto, un’attività scientifica che gli è valsa l’inclusione nell’elenco dei “Top Italian Scientists” (www.topitalianscientists.org).”

https://www.google.com/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=&cad=rja&uact=8&ved=2ahUKEwiwoays4ZXsAhV2QUEAHYypB-MQFjAAegQIAhAC&url=http%3A%2F%2Fwww.mondino.it%2Fantonio-pisani-fondazione-mondino%2F&usg=AOvVaw1kai2-Unk3jOiRTjiIPmgn

Urban Land Tattoo Expo 2020

25/26/27 Urban Land Expo Tattoo Palacavicchi- Roma

La Pgr onlus è felice di partecipare alla 4^ edizione della Convention Internazionale, tappa imperdibile per gli amanti della street art e del tattoo.

Ringraziamo Alessio Greco per l’invito, il supporto  e la sua  vicinanza, da sempre pronto a correre in aiuto dei più fragili.
Grazie ad Alessandro Cecco Ceccato  per averci donato la sua arte  e per essere al nostro fianco  insieme a  Godoodrootatoo.
Il ricavato per l’acquisto a libera offerta delle stampe  Tattoons  verrà totalmente donato a PGR onlus.
Emanuela Olivieri , Monica Tamburini ed altri amici saranno presenti nell’apposito space stand nei tre giorni di Urban a Land.
STAY TUNED….SUCCEDERANNO COSE !!!

,

Swim for Help

Il 30 agosto CeciliaFerrari , Emanuela Olivieri, Nicola Modugno , Emilia Tetta  ad altri amici percorreranno circa 2.000 metri per divertirsi e per sensibilizzare  ancora una volta l’opinione pubblica sulla malattia di Parkinson.
Swim for Help è un evento organizzato da Parkinson Ticino per raccogliere fondi che andranno a finanziare progetti di formazione per la riabilitazione fisica complementare indirizzata a persone colpite da questa patologia.

Il programma prevede una traversata popolare a nuoto di circa 2 km da San Nazzaro ad  Ancona, Lago Maggiore 

Unitevi a noi !!!!

Per iscrizioni cliccare sul link sottostante:

https://forms.gle/a5fgaC8SwDSnMAZz8

NUMERO VERDE assistenza e supporto tecnico

E’ attivo il numero verde 800 188 618 dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 12:30.

Il servizio è totalmente gratuito per assistenza e  supporto tecnico,  per agevolare l’accesso alle attività del Palinsesto Wikiparky.tv