La malattia di Parkinson

malattia di parkinson

La malattia di Parkinson è una malattia neurodegenerativa che coinvolge alcune strutture cerebrali deputate al controllo dei movimenti (sostanza nera, gangli della base). Si ha in particolare un precoce invecchiamento dei neuroni che producono Dopamina.

Si stima che in Italia vi siano circa 230000 persone affette da questa patologia, di cui circa il 5% con età inferiore ai 50 aa mentre il 70% ha un’età superiore ai 65 aa. L’età di esordio dei sintomi è tipicamente intorno ai 60 aa.

I sintomi principali sono bradicinesia, cioè lentezza nei movimenti, rigidità e tremore a riposo. Si associano inoltre disturbi della marcia (a piccoli passi, “piedi incollati al pavimento”), alterazioni posturali (flessione in avanti o laterale del busto), inespressività del viso, alterazioni della voce (più bassa) e della grafia (più piccola e lenta).

Oramai è ben noto che oltre ai sintomi motori si affiancano i cosiddetti sintomi non motori della malattia di Parkinson, che includono alterazioni della pressione arteriosa, stitichezza e nausea, eccessiva salivazione, allucinazioni, depressione, alterazioni del gusto e dell’olfatto, formicolii o dolori non spiegati da altri fattori, incontinenza urinaria, disturbi di memoria.

Si deve tener ben presente però che, proprio per la grande varietà di sintomi descritta, ogni paziente presenta una forma di malattia diversa, con un’evoluzione propria, difficilmente prevedibile al momento della diagnosi.

 

malattia di parkinson

 

La diagnosi e la visita neurologica

La diagnosi si basa essenzialmente sulla visita neurologica, che andrà a ricercare i segni caratteristici della malattia. Di supporto possono essere esami del sangue e TC o RM del cervello, per escludere altre patologie che potrebbero mimare i sintomi di una malattia di Parkinson in fase iniziale. In casi dubbi si può eseguire un esame scintigrafico, il DaTscan, che quantifica i neuroni dopaminergici nei gangli della base. Ulteriore criterio di supporto alla diagnosi è la risposta alla terapia dopaminergica.

La terapia del Parkinson prevede farmaci che portano a un aumento della dopamina disponibile per i gangli della base. Esistono farmaci che aiutano a risparmiare la dopamina prodotta dall’organismo, come gli inibitori MAO-B, enzimi che degradano la dopamina (Selegilina, Rasagilina, Safinamide), farmaci che agiscono sui recettori della dopamina potenziandone la risposta, i dopaminoagonisti (Pramipexolo, Ropinirolo, Rotigotina) e la Levo-Dopa, un precursore della dopamina che verrà poi convertita a livello cerebrale (LevoDopa/Benserazide, LevoDopa/Carbidopa, Melevodopa/Carbidopa, Levodopa/Carbidopa/Entacapone). Inoltre diversi altri farmaci sono utilizzati a seconda della presentazione clinica di ogni caso.

Inoltre sono disponibili le cosiddette “terapie della fase avanzata”, terapie indicate quando il controllo dei sintomi non è più soddisfacente con le terapie classiche; esse consistono in infusori sottocutanei di dopaminoagonista (apomorfina), infusori digiunali di levodopa gel e stimolazione cerebrale profonda, che prevede un intervento neurochirurgico con il posizionamento di elettrodi stimolanti alcune regioni specifiche del cervello. Il ricorso a tali terapie è riservato a una quota selezionata di pazienti, dopo attenta valutazione.

Infine si deve tener presente l’importanza della ricerca e la grande quantità di farmaci in sperimentazione, che comprendono sia nuove molecole che dovrebbero rendere più facile la gestione della terapia convenzionale, sia terapie che mirano al rallentamento o arresto della degenerazione cerebrale, come i “vaccini” e le cellule staminali.

Affianco alla terapia farmacologica è importante ricordare l’importanza della terapia fisica (fisiokinesiterapia, attività fisica controllata) e del supporto psicologico.

 

Dr.ssa Giulia Di Lazzaro
Neurologa

,

CORPO&ANIMA 2019

La seconda edizione della Convention “Parkinson: Corpo & Anima”, si terrà a Roma il 26-27 Ottobre 2019.
La Convention nasce dall’incontro tra le Associazioni Pazienti e l’Accademia LIMPE-DISMOV.

La Convention prevede due giornate durante le quali si svolgeranno:

– Tavole rotonde tra neurologi, pazienti e caregiver
– Workshop teorici trattati dal punto di osservazione del medico, del paziente e dei suoi familiari e caregiver

Iscrizioni aperte fino il 22 ottobre.

Alleghiamo il Programma Preliminare della Convention

I

 

PARKINSON E BIODANZA

IL 25 SETTEMBRE E IL 2 OTTOBRE SI TERRANNO DUE LEZIONI DIMOSTRATIVE GRATUITE PER PRESENTARE IL PROGETTO DI PARKINSON E BIODANZA A CURA DELL’INSEGNANTE QUALIFICATA LAURA.

LE LEZIONI SI TERRANNO DALLE ORE 18:30 ALLE 20:00 IN ZONA MONTESACRO IN VIA DELLA CISA 1.

É CONSIGLIATO ABBIGLIAMENTO COMODO ED È OBBLIGATORIA LA PRENOTAZIONE AL NUMERO 333/5211783

VIENI A PROVARE, TI ASPETTIAMO!!!!!

DYSTONIA AND PARKINSON’S DISEASE

Il 18 e 19 Settembre 2019 si è svolto il 7th Biennial Workshop on Dystonia and Parkinson’s Disease “ Cellular and molecular targets for novel therapeutics” nella splendida ed unica location del Nobile Collegio Chimico Farmaceutico, Roma.

Nuove terapie, nuove tecnologie, nuove strategie.

Graditissimo l’invito al Cocktail esclusivo a Villa Taverna , ospiti  dell’Ambasciatore Americano e Mrs. Eisenberg.

Workshop Planner Prof Antonio Pisani

 

,

LE RESOLVINE NEL PARKINSON

L’importanza delle RESOLVINE nella Malattia di Parkinsons grazie ad uno studio italiano pubblicato su Nature Communications, che ha coinvolto i ricercatori dell’Università di Roma “Tor Vergata”, della Fondazione Santa Lucia e dell’Università Campus Bio-Medico di Roma.

Di seguito alcuni articoli:

https://www.nature.com/articles/s41467-019-11928-w

http://www.sanita24.ilsole24ore.com/art/medicina-e-ricerca/2019-09-02/parkinson-resolvine-potrebbero-aiutare-rallentare-sviluppo-malattia-132745.php?uuid=ACWPbVh

https://tg24.sky.it/salute-e-benessere/2019/09/02/parkinson-resolvine-possono-rallentare-sviluppo-malattia.amp.html

https://notizie.tiscali.it/salute/articoli/scoperta-italiana-apre-strada-cura-parkinson/amp/

https://www.federfarma.it/Edicola/Filodiretto/VediNotizia.aspx?id=19944

hhttps://www.ohga.it/parkinson-le-molecole-resolvine-potrebbero-rallentare-la-malattia-e-consentire-una-diagnosi-precoce/amp/

https://www.ilmessaggero.it/AMP/salute/parkinson_cure_sintomi_resolvine_molecole_salute_oggi_2_settembre_2019-4709691.html

 

UrbanLand Tattoo Expo 2019

Oltre l’inchiostro

Fino a poco tempo fa era impensabile accostare il mondo dei tatuatori al mondo dei malati di Parkinson, ma fortunatamente esistono persone sensibili che credono in noi e amano abbattere i muri piuttosto che alzarli. Portare il Parkinson tra i giovani, tra i rapper, tra gli skater, tra i lottatori, tra le ballerine di pole dance, tra gli artisti per noi e per l’organizzazione, nella figura di Alessio Greco  é già una grande vittoria. Noi esistiamo e non abbiamo bisogno di essere ghettizzati. Abbiamo invece l’urgenza di far conoscere la nostra realtà di giovani malati a più persone possibili per evitare che nessuno resti indietro o ancora peggio venga inghiottito nel baratro della depressione. Ci teniamo a ringraziare Alessio,Riccardo, Emanuela,Monica,Tiziano,Rosanna,Assunta,Giulio,Danila,Fernando A-TEAM e tutti coloro hanno contribuito a rendere speciale questa avventura !

 

 

,

WE PARTY

Si è appena conclusa la due giorni di festa dedicata ai  Malati di Parkinson organizzata da La casa di Tremolo a Pont- Caprezzo.

È stato molto emozionante condividere esperienze e pensieri,

è stato bello creare momenti di confronto e aggregazione accompagnati da ottimi cibo e vino a km 0.

Molti i momenti da ricordare, come l’ aver brindato ai 33 anni di matrimonio di una coppia sorridente e più unita che mai.

Alcuni amici si sono aperti raccontando si sé prima e dopo l’arrivo prepotente del Parkinson nelle loro vite.

Ha preso la parola Sandro che ci ha raccontato in un toscano doc , di aver percorso 3800 km in moto per le strade della Transilvania in una settimana;
Alfonso felicemente runner che a novembre correrà la Maratona di New York;
Emanuela, Cecilia , Stefano, Marisa e Marina che hanno sfidato lo Stretto di Messina nuotando 3,600 km

Tante altre le storie, ognuna carica di voglia di vivere nonostante le oggettive difficoltà.
É chiaro che tutto varia in base allo stadio della malattia, non vogliamo passi il messaggio che è fico essere malati di Parkinson, ma è pur vero che possiamo impegnarci per rallentarla il più possibile adottando uno stile di vita sano e facendo sport/movimento ognuno con i suoi tempi e con le proprie possibilità.

A casa ci portiamo che NON è finita e che molto dipende da noi!
CARO PARKINSON SIAMO SEMPRE PIÙ CONVINTI CHE NON CI FERMERAI COSÌ FACILMENTE 👊🏼

,

Servizio RAI 1 Linea Blu

Per gli amici che  non fossero riusciti a seguire il bel servizio di LINEA BLU – RAI 1 inerente la #swimforparkinson

URBAN LAND EXPO TATTOO ROMA 2019


Vivremo tre giorni di energia, musica, colore, solidarietà, cibo, sport e arte.

Il 6-7-8 Settembre  i nostri volontari vi aspettano presso lo stand informativo all’Urban Land Tattoo Expo Roma 3^edizione-  PALACAVICCHI, via Ranuccio Bianchi Bandinelli 130 

Ingresso gratuito per diversamente abili e bambini sotto i 12 anni

Per tutte le info ,orari e costi visitate il sito www.urbaland.it

Buon divertimento!!!