Articoli

,

LE RESOLVINE NEL PARKINSON

L’importanza delle RESOLVINE nella Malattia di Parkinsons grazie ad uno studio italiano pubblicato su Nature Communications, che ha coinvolto i ricercatori dell’Università di Roma “Tor Vergata”, della Fondazione Santa Lucia e dell’Università Campus Bio-Medico di Roma.

Di seguito alcuni articoli:

https://www.nature.com/articles/s41467-019-11928-w

http://www.sanita24.ilsole24ore.com/art/medicina-e-ricerca/2019-09-02/parkinson-resolvine-potrebbero-aiutare-rallentare-sviluppo-malattia-132745.php?uuid=ACWPbVh

https://tg24.sky.it/salute-e-benessere/2019/09/02/parkinson-resolvine-possono-rallentare-sviluppo-malattia.amp.html

https://notizie.tiscali.it/salute/articoli/scoperta-italiana-apre-strada-cura-parkinson/amp/

https://www.federfarma.it/Edicola/Filodiretto/VediNotizia.aspx?id=19944

hhttps://www.ohga.it/parkinson-le-molecole-resolvine-potrebbero-rallentare-la-malattia-e-consentire-una-diagnosi-precoce/amp/

https://www.ilmessaggero.it/AMP/salute/parkinson_cure_sintomi_resolvine_molecole_salute_oggi_2_settembre_2019-4709691.html

 

,

UrbanLand Tattoo Expo 2019

Oltre l’inchiostro

Fino a poco tempo fa era impensabile accostare il mondo dei tatuatori al mondo dei malati di Parkinson, ma fortunatamente esistono persone sensibili che credono in noi e amano abbattere i muri piuttosto che alzarli. Portare il Parkinson tra i giovani, tra i rapper, tra gli skater, tra i lottatori, tra le ballerine di pole dance, tra gli artisti per noi e per l’organizzazione, nella figura di Alessio Greco  é già una grande vittoria. Noi esistiamo e non abbiamo bisogno di essere ghettizzati. Abbiamo invece l’urgenza di far conoscere la nostra realtà di giovani malati a più persone possibili per evitare che nessuno resti indietro o ancora peggio venga inghiottito nel baratro della depressione. Ci teniamo a ringraziare Alessio,Riccardo, Emanuela,Monica,Tiziano,Rosanna,Assunta,Giulio,Danila,Fernando A-TEAM e tutti coloro hanno contribuito a rendere speciale questa avventura !

 

 

,

WE PARTY

Si è appena conclusa la due giorni di festa dedicata ai  Malati di Parkinson organizzata da La casa di Tremolo a Pont- Caprezzo.

È stato molto emozionante condividere esperienze e pensieri,

è stato bello creare momenti di confronto e aggregazione accompagnati da ottimi cibo e vino a km 0.

Molti i momenti da ricordare, come l’ aver brindato ai 33 anni di matrimonio di una coppia sorridente e più unita che mai.

Alcuni amici si sono aperti raccontando si sé prima e dopo l’arrivo prepotente del Parkinson nelle loro vite.

Ha preso la parola Sandro che ci ha raccontato in un toscano doc , di aver percorso 3800 km in moto per le strade della Transilvania in una settimana;
Alfonso felicemente runner che a novembre correrà la Maratona di New York;
Emanuela, Cecilia , Stefano, Marisa e Marina che hanno sfidato lo Stretto di Messina nuotando 3,600 km

Tante altre le storie, ognuna carica di voglia di vivere nonostante le oggettive difficoltà.
É chiaro che tutto varia in base allo stadio della malattia, non vogliamo passi il messaggio che è fico essere malati di Parkinson, ma è pur vero che possiamo impegnarci per rallentarla il più possibile adottando uno stile di vita sano e facendo sport/movimento ognuno con i suoi tempi e con le proprie possibilità.

A casa ci portiamo che NON è finita e che molto dipende da noi!
CARO PARKINSON SIAMO SEMPRE PIÙ CONVINTI CHE NON CI FERMERAI COSÌ FACILMENTE 👊🏼

,

Servizio RAI 1 Linea Blu

Per gli amici che  non fossero riusciti a seguire il bel servizio di LINEA BLU – RAI 1 inerente la #swimforparkinson

SWIMFORPARKINSON

Il 29 luglio 2019 non è una data come le altre

Si è svolta a Capo Peloro- Cannitello,  la prima edizione della Swimforparkinson organizzata dalla Fondazione Limpe per il Parkinson Onlus , Accademia Limpe-Dismov con l’Aquilone Onlus

La Traversata ha visto impegnati 5 Parkinsoniani e il dr. Nicola Modugno .

A sostenere e supportare i nostri amici in prima linea il Prof. Pietro Cortelli, dr.ssa Francesca Morgante, dr. Alessandro Tessitore, dr.ssa Chiara Sensi , Francesca e Patrizia di Leeloo.

La capitana Cecilia Ferrari, Emanuela Olivieri , Marina Argillo, Marisa Sivo, Stefano Ghidotti hanno accettato e vinto l’ardua sfida,  perché in acqua il Parkinson non esiste !!!

Ringraziamo UCBPharma, ABBVIE, Boston Scientific che hanno sostenuto l’evento , la Federazione Italiana Nuoto per il patrocinio  , Rai TV e Mediaset per i servizi e tutti gli accompagnatori

Una giornata a dir poco memorabile !

Qui di seguito qualche foto della giornata …a breve altro video e foto

 

 

-2 GIORNI

Manca pochissimo al VIA e i nostri amici  non vedono l’ora di tuffarsi in acqua.

Questi sono solo alcuni articoli  che parano della #Swimforparkinson , potete seguire tutti gli aggiornamenti sulla nostre pagina Facebook e Instagram

Noi siamo carichi e voi?

,

#SwimForParkinson

È con immenso piacere che condividiamo con Voi la partecipazione della nostra Presidente Emanuela Olivieri alla Traversata dello Stretto di Messina il 29 luglio 2019.

La #SwimforParkinson è organizzata  dalla Fondazione Limpe-dismov in collaborazione con L’Aquilone Onlus di Messina e patrocinata dalla FIN Federazione Italiana Nuoto .

Testimonial d’eccezione alla #Swimforparkinson sarà il Campione Massimiliano Rosolino.

Scenderá in acqua un gruppo di Parkinsoniani capitanati da Cecilia Ferrari, provando a compiere questa epica impresa, al fianco di medici a dir poco  speciali.

Tutti a tifare!!!

Seguite gli aggiornamenti sui social Facebook e Instagram

, ,

AIM sostiene PGR onlus

CONDIVIDIAMO PARTE DELL’ INTERVISTA RILASCIATA DALLA NOSTRA PRESIDENTE A A.I.M.

Oggi l’A.I.M. scende al fianco della PGR Onlus “Parkinson Giovanile Roma”, la nostra associazione sin dalla sua fondazione si è resa disponibile a operare nel sociale. Rimaniamo dell’idea che il nostro movimento e lo sport in generale debba essere un veicolo per aiutare chi ogni giorno combatte partite più importanti di quelle calcistiche

Siamo in compagnia di Emanuela OLIVIERI fondatrice e presidente della PGR Onlus a cui diamo il benvenuto.

D: Emanuela buongiorno, ci parli della sua associazione;

R: La PGR Onlus che sta per Associazione Parkinson Giovanile, nasce nell’Ottobre del 2017 dopo aver ricevuto la diagnosi di Parkinson, a quei tempi avevo solo quarantuno anni è con mio stupore ho scoperto che questa malattia neurovegetativa non colpisce solo gli anziani.
Mi sono messa subito a disposizione delle alte persone colpite dalla stessa patologia e insieme a Maria SARSALE e Riccardo TROIANI abbiamo successivamente deciso di fondare la PGR con lo scopo di condividere, informare e sostenere i malati di Parkinson e i loro cari.
Diverse sono le problematiche e i progetti che portiamo avanti, al fianco di medici specialisti e ricercatori.
Siamo onorati di avere il Professore Antonio PISANI come Presidente del comitato scientifico, inoltre dedichiamo attenzione al tema della medicina del lavoro, all’importanza di svolgere attività fisica e al supporto psicologico di gruppo.

D: Emanuela la vostra associazione ha tutto il nostro sostegno come ben sai, vuoi dare un consiglio a chi oggi scopre di avere questa malattia?

R: Noi abbiamo il Parkinson, NON siamo il Parkinson. Nessuno deve restare solo e fare rete è il primo passo per non cadere in depressione, siamo qui per voi.

Ringraziamo Emanuela OLIVIERI, esempio di coraggio e di altruismo.

Carenza Sinemet

AGGIORNAMENTO DAL COMITATO ITALIANO ASSOCIAZIONI PARKINSON

Sempre oggi si è acceso un altro riflettore sull’emergenza SINEMET: l’onorevole Paolo Tiramani ha presentato un interrogazione parlamentare al Senato, all’attenzione del Ministro della Salute, per la carenza del farmaco SINEMET a tutela dei pazienti affetti dalla malattia di Parkinson,per un intervento risolutivo, indispensabile anche ai sensi di quanto previsto dall’art. 168 del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea (TFUE) secondo cui “nella definizione e nell’attuazione di tutte le politiche ed attività dell’Unione è garantito un livello elevato di protezione della salute umana” . Un grazie da tutti noi anche per questo impegno!